Home » Community » Audio Articoli » Robotica educativa: cos’è e perché è così importante
AI Audio Articoli Education

Robotica educativa: cos’è e perché è così importante

Robotica educativa

La robotica educativa rientra nel concetto di smart education e grazie ad essa è possibile andare oltre il classico concetto di lezione frontale, prediligendo un nuovo metodo di apprendimento più efficace, inclusivo e coinvolgente per gli alunni. Inoltre la maggior parte dei robot utilizzati per le lezioni sono basati su software open source.

Che cos’è la robotica educativa

La Robotica educativa è un nuovo metodo di insegnamento che facilita l’apprendimento da parte di bambini e ragazzi. Grazie ad essa infatti viene meno il concetto di lezione frontale, in cui l’insegnante spiega e l’alunno ascolta. Gli alunni vengono messi al centro del processo educativo attraverso lavori di gruppo in cui vengono realizzati e programmati dei robot educativi.

È importante specificare che utilizzare la robotica didattica a scuola non implica l’inserimento di una nuova materia nel piano di studi. Al contrario si tratta dell’utilizzo di una nuova metodologia di apprendimento, che utilizza lo sviluppo di robot per aiutare bambini e ragazzi a raggiungere in modo più efficace i loro obiettivi scolastici.

Attraverso la robotica didattica vengono insegnate prevalentemente le materie STEM, ma può essere utilizzata anche per le materie letterarie.
Qui potete trovare una lista dei 10 migliori robot da utilizzare a scuola.

Perché è importante inserire la robotica educativa a scuola

Per trarre tutti i vantaggi dall’utilizzo della robotica educativa è necessario iniziare a introdurla a scuola già dall’infanzia.
Per questo la robotica educativa a scuola è prevista dalla Direttiva 93 del 30.11.2009 e nel decreto 851 del 27/10/2015 Piano Nazionale Scuola Digitale.

Inoltre, grazie alla mozione n. 1-00117 del 12 marzo 2019 che rientra nell’Iniziativa per lo sviluppo della formazione tecnologica e digitale in ambito scolastico, entro il 2022 il coding diventerà obbligatorio nelle scuole dell’infanzia e primaria.

Robotica educativa e inclusione

La robotica educativa è anche simbolo di inclusione. Prima di tutto perché si basa sull’open source se sui suoi principi di trasparenza, collaborazione, meritocrazia e comunità. Ma soprattutto perché grazie al linguaggio universale del codice i robot possono essere utilizzati anche da studenti con disabilità e studenti che parlano una lingua diversa.

Attraverso il coding tutti gli studenti possono dare prova delle loro capacità in egual modo. Questo con una lezione frontale non sempre è possibile. Si prevede inoltre che grazie alla robotica educativa si ridurrà la percentuale di alunni che decidono di abbandonare la scuola prima del tempo.

Quali sono i vantaggi a scuola?

Scegliere di applicare la robotica educativa a scuola consente di utilizzare una metodologia di insegnamento diverso, passando dall’apprendimento nozionistico e prevalentemente teorico al learning by doing, imparare facendo.
In questo modo le lezioni diventano interattive e divertenti, soprattutto per quanto riguarda le materie scientifiche, spesso considerate noiose o difficili dagli studenti.

Gli alunni possono “mettere le mani in pasta”, sperimentare e ragionare in modo diverso dal solito. In questo modo sviluppano e migliorano capacità come creatività, problem solving, pensiero logico e lateral thinking, lavoro in team e comunicazione efficace.
Anche per gli insegnanti i vantaggi sono molteplici. Grazie alla robotica educativa possono offrire agli studenti lezioni e progetti multidisciplinari e transdisciplinari, aggiornare le loro competenze, e anche il rapporto con gli studenti ottiene dei benefici.

Grazie alla robotica educativa cambia anche la concezione dell’errore, che diventa un punto di partenza per il miglioramento. Lavorando alla progettazione e allo sviluppo di un robot si aiutano bambini e ragazzi a capire dove hanno sbagliato, a fare tentativi per trovare una soluzione o a pensare ad alternative quando sembra impossibile trovarne.

Ci sono corsi da seguire oltre la scuola?

Nel caso in cui la vostra scuola non abbia ancora introdotto la robotica educativa è possibile frequentare dei corsi estivi, come quelli del Tech Camp del Politecnico di Milano per i ragazzi delle superiori. Per i bambini invece sono disponibili corsi online come quelli di scuola di robotica.


Supported by

Open Source Today supported by Techdata
Scarica la Risorsa