Home » Community » Audio Articoli » KeepKey hardware wallet: cos’è e come funziona
Audio Articoli Industry 4.0

KeepKey hardware wallet: cos’è e come funziona

Il mondo delle criptovalute è in costante espansione, ma non sempre è caratterizzato da estrema trasparenza e sicurezza. Esistono però delle soluzioni sicure su cui fare affidamento, come il KeepKey hardware wallet. In questo articolo vedremo di cosa si tratta e come funziona nello specifico questo portafoglio digitale.

KeepKey hardware wallet: cos’è

Fin dalla sua creazione e dal successivo lancio nel 2015 KeepKey hardware wallet si è presentato come un wallet hardware per la gestione delle criptovalute performante e affidabile. Il suo ingresso sul mercato ha rivoluzionato l’assetto competitivo, andando a rosicare il vantaggio acquisto da realtà ben più consolidate, come Ledger Nano S e TREZOR. Merito di un design accattivante ma soprattutto di molte funzionalità che lo differenziano in positivo rispetto ai competitor.

Il funzionamento del wallet hardware di KeepKey

La principale caratteristica del KeepKey hardware wallet è la semplicità nell’utilizzo, che lo rende perfetto anche per chi non ha enorme esperienza nella gestione delle criptovalute. Al primo collegamento con il PC il dispositivo crea immediatamente una coppia di chiavi, una pubblica e una privata, sfruttando i sistemi di generazione casuale presenti al suo interno. Queste chiavi vengono poi combinate con quelle del PC per garantire maggiore sicurezza. Non solo, dopo la generazione delle chiavi è possibile impostare una frase di 12 parole che permette di recuperare l’accesso al portafoglio in qualsiasi evenienza, anche in caso di rottura del dispositivo.

KeepKey hardware wallet: sicurezza assoluta

Come ben sappiamo la gestione “casalinga” delle criptovalute può nascondere diverse insidie a livello di sicurezza. Potrebbe, ad esempio, verificarsi un attacco hacker volto a prelevare le chiavi private per gestire il proprio portafoglio. Stesso discorso nel caso di virus e malware all’interno del wallet. Oppure potrebbe esserci un problema tecnico a livello hard disk che compromette l’operatività e rende impossibile accedere al wallet.

Per questi motivi il KeepKey hardware wallet crea delle chiavi private del nostro wallet e le parcheggia su un dispositivo che resta completamente offline, quindi protetto da attacchi esterni. Questo dispositivo si collega al PC solo attraverso USB e solo per autorizzare le transazioni.

Sistemi operativi supportati

Il wallet di KeepKey è supportato da tutti i principali sistemi operativi, vale a dire Windows, Linux, mac OS e Android. Il firmware viene aggiornata dalla casa madre ogni volta che viene rilasciata una nuova release e la sua natura Open Source consente di essere modificabile e facilmente accessibile.

Criptovalute supportate

Come sappiamo i portafogli digitali sono in costante aggiornamento. Il mondo delle criptovalute è un ecosistema in perenne evoluzione, per cui è impossibile elencare tutte le criptovalute supportate da KeepKey hardware wallet. In ogni caso possiamo affermare l’assoluta predisposizione per accogliere le crypto principali, vale a dire Bitcoin, Ethereum, Litecoin, Dash, Dogecoin, Tether, Ripple, Namecoin e Binance Coin.

Perché scegliere KeepKey?

KeepKey hardware wallet è perfetto sia per gli utenti più esperti sia per chi è ancora nella fase iniziale della sua esperienza in criptovalute. È una soluzione estremamente sicura e in grado di difendere dagli attacchi esterni. Inoltre vi è da sottolineare la facilità di utilizzo e i costi relativamente bassi. Infine si tratta di una soluzione Open Source, in grado di garantire aggiornamenti costanti, liberi e personalizzabili.

 


Supported by

Open Source Today supported by Techdata
Scarica la Risorsa